Controllare l’utilizzo della memoria in Windows

Se un server è lento uno dei primi elementi di analizzare è la memoria visto che molto spesso la causa della lentezza è la mancaza di ram.

In particolare un grande quantitativo di ram è richiesto dai server che funzionano come database o ospitano i servizi di posta.

I seguenti sono i contatori più utili per individuare i problemi di memoria utilizzando Performance Monitor.

Memoria Byte disponibili (Available Bytes)

Più memoria disponibile e più veloce è il server.

Tramite questo contatore possiamo verificare che esista ram libera. Inoltre ci permette di verificare l’andamento dell’utilizzo della memoria.

Memoria Pagine/sec (Pages/sec)

Questo contatore indica il numero di hard page faults cioè il numero di pagine che non si trovano in memoria per cui il Virtual Memory Manager deve recuperare i dati dal pagefile che si trova sul disco. Visto che l’accesso al disco è molto più lento rispetto a quello alla ram se questo valore è elevato si presentano problemi di prestazioni. Il valore dovrebbe essere inferiore a 20 pagine/sec.

Memoria Pagine di transizione reimpiegate/sec (Page Faults/sec)

Indica la somma di hard page faults e soft page faults. I soft page faults si verificano quando il dato si trova già nella ram.

Memoria Allocazioni pool non di paging (Pool non paged Bytes) Q

uesto contatore può essere utile per individuare un memory leak. Infatti una crescita continua di questo valore può indicare un memory leak.

Memoria Bytes Vincolati (Committed Bytes) Indica la quantità di memoria allocata dai processi. Se questo valore è superiore alla ram è necessario aggiungere memoria. Un elevato valore di questo contatore rispetto alla ram installata causa l’eccessivo utilizzo del file di paging che rallenta il sistema.

File di paging %In uso (%Usage) Indica la percentuale del file di paging che è in uso. Questo valore dovrebbe essere inferiore al 70%.