Category Archives: Guide

Come Utilizzare Costanti in Excel

Se in un foglio di lavoro i dati presenti sono numerosi e si desidera conoscere quali sono le celle nelle quali non sono stati effettuati calcoli si può ricorrere ad un espediente che, forse, alla maggior parte degli utenti sfugge.

Quello di cui parlo si trova nella scheda Home, gruppo Modifica, pulsante Trova e seleziona. Non è necessario effettuare alcuna selezione di celle.

Dall’elenco che viene visualizzato bisogna scegliere Costanti; così facendo, rimarranno selezionate soltanto le celle dove vi sono dati e non formule, per dati si intendono valori numerici, logici, testo, errori; ciò lo si evince prendendo in considerazione la finestra Vai a formato speciale che si apre dopo aver scelto la voce omonima dal menu derivante dal clic proprio sul pulsante Trova e seleziona.

Tuttavia, se nel foglio di lavoro è stata effettuata un’operazione di Consolida dati, in proposito dare un’occhiata all’articolo relativo, non sarà possibile utilizzare la funzione Costanti, mentre sarà possibile mettere in pratica la funzione Costanti nel caso in cui nel foglio di lavoro sia stato applicato un Convalida dati.

Come Concatenare Due Campi in una Maschera Access

Potrebbe risultare utile concatenare due campi nella struttura di una maschera. Si supponga di avere a disposizione una tabella, nella quale sono presenti i seguenti campi: Codice fiscale – Cognome – Nome – Data di nascita – Luogo di nascita – Città – Indirizzo – N°civico.

Nella struttura della maschera si uniscano i campi Cognome e Nome.

Si faccia clic, nella scheda Struttura, sul pulsante Casella di testo e si disegni, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, nel corpo della maschera, sotto gli altri campi, un rettangolo. Nella casella, dove è presente il testo Non associato, si digiti, dopo aver fatto clic: =[Nome]&” “&[Cognome]

Nella casella dove è riportato, ad esempio, Testo16: si può scrivere: Nome e Cognome.

Se si va nella Visualizzazione maschera, ci sarà il nuovo campo con nome e cognome concatenati.

Come Collegare Fogli di Lavoro in Excel

In Excel, può accadere che si abbia la necessità di collegare celle appartenenti a fogli di lavoro diversi.

Per esempio, si supponga di voler collegare la cella A5 del Foglio1 con la cella A10 del Foglio2. Per questa operazione è necessario selezionare la cella A5, far clic sulla scheda Inserisci e infine prendere in considerazione il pulsante Collegamento ipertestuale della sezione Collegamenti.

Si apre la finestra Inserisci collegamento ipertestuale, sul lato sinistro è presente la voce Segnalibro; cliccando su tale voce si apre un’altra finestra dove nella prima casella, in alto, bisogna digitare il riferimento di cella del Foglio2, cioè A10, che è la cella che sarà selezionata nel Foglio2 dopo aver cliccato sulla cella A5 del Foglio1.

Nel riquadro sottostante si seleziona Foglio2.

Facendo clic su Ok e poi ancora su Ok, il contenuto della cella A5 del Foglio1 presenta le tipiche caratteristiche di un collegamento ipertestuale, colore blu e sottolineatura.

Se si posiziona il puntatore del mouse su questa cella, il puntatore assume la forma di una manina e infatti, cliccando con il tasto sinistro, una sola volta, si accede al Foglio2 dove la cella selezionata è A10.

Come Collegare Caselle di Testo in Word

In Word è possibile collegare tra loro due caselle di testo in maniera tale che il testo di una casella possa confluire nell’altra nel caso in cui le dimensioni siano ridotte o nel caso di testo troppo lungo o anche, più semplicemente, per un motivo estetico.

Ma si proceda con ordine. Dalla scheda Inserisci si scelga il pulsante Casella di testo nel gruppo Testo e dall’elenco si faccia clic su Disegna casella di testo. Il puntatore del mouse assume la forma di una croce, quindi basta fare un semplice clic per disegnare sul foglio una casella di testo con il cursore lampeggiante al suo interno.

Si ripeta la stessa operazione per creare una nuova casella.

A questo punto per collegare le due caselle è necessario prendere in considerazione il pulsante Crea collegamento presente nella scheda Formato. Questa volta il puntatore del mouse assume la forma di un secchiello, sarà sufficiente, ad esempio, fare click sulla seconda casella per creare il collegamento.

Se si inizia a digitare nella prima casella, il testo potrà continuare nella seconda. Risulta essere importante nel collegare le due caselle che il cursore del mouse lampeggi nella prima.

Come Ritagliare Immagini con Gimp

A partire da quando i fotomontaggi sono diventati di moda sul web hai sempre cercato di appassionarti alla grafica e renderti partecipe di qualche piccola creazione da condividere su Facebook e Twitter. Il risultato? Beh, non è stato dei più soddisfacenti non è vero? Il problema è che forse non hai ancora trovato il programma adatto a te che ti permetta di eseguirli senza più problemi!

Il primo passo di un fotomontaggio è quello di inserire un viso (meglio quello di un tuo amico) in un corpo altrui. Ma come puoi riuscire a far questo? Semplice, tramite questa guida che ti insegnerà a ritagliare immagine con Gimp in pochi attimi. Finalmente anche tu potrai partecipare a questa mania che spazia sul web e far divertire i tuoi amici. Rimboccati le maniche che si comincia.

La prima operazione da compiere è quella di recarti nel portale ufficiale Gimp.org e premere sulla voce a centro pagina Download. Al termine del download premi sul file exe e fai partire l’installazione cliccando su Ok, su Installa e poi su Fine per avviare il software nel PC.

Una volta che hai aperto il programma premi sul menù File che trovi posto in alto a seleziona la voce Apri per scegliere quale foto hai intenzione di modificare. Per ritagliare immagine con Gimp non devi far altro che selezionare l’icona di selezione rettangolare e, tramite il movimento del mouse, impostare la porzione che intendi tagliare dal file vero e proprio.

Alla fine apri il menù Immagine e fai clic su Ritaglia alla selezione. Per salvare i cambiamenti premi ancora una volta su File e scegli la voce Esporta, decidendo dove salvare la nuova foto. Se invece vuoi ritagliare solo il viso o il corpo di una persona in particolare, allora devi seguire un procedimento leggermente diverso.

Anche in questo caso apri l’immagine tramite File, ma al posto di scegliere la selezione rettangolare devi far clic sullo strumento di selezione in primo piano (è quello accanto alle forbici). Quindi, usa il mouse per selezionare la sagoma esatta di una persona nell’immagine. Infine, devi colorare con precisione la porzione che intendi ritagliare usando il pennello.

Ci sono diverse misure del pennello che ti permetteranno di essere molto preciso, per cui seleziona quella maggiormente adatta alla foto. Quando hai terminato di colorare premi su Invio, apri il menù Modifica e scegli la voce Copia o Taglia. Adesso sei pronto ad incollarlo in tutte le altre foto che vuoi.

Cosa Sono gli Indici Access

L’indice consente di migliorare le operazioni di ricerca e di ordinamento dei record in maniera tale da essere eseguite più rapidamente. Per comprendere che cosa siano gli indici, basta pensare agli indici di un libro, alla loro funzione: per trovare i dati richiesti, il programma ricerca dapprima la loro posizione nell’indice e successivamente li individua all’interno della tabella.

Gli indici si basano su un solo campo o su più campi.

Gli indici multicampo possono essere utilizzati quando bisogna ricercare oppure ordinare i record sfruttando due o più campi, fra i quali sussistono diversi livelli di ordinamento.

Anche se gli indici facilitano la ricerca su una grande quantità di dati, possono rallentare la fase di immissione. Infatti, quando viene aggiunto, modificato o eliminato un record, gli indici ad esso relativi devono essere aggiornati.

Per visualizzare la finestra Indici bisogna attivare la visualizzazione struttura della tabella e fare clic, nella scheda Progettazione, gruppo Mostra/Nascondi, pulsante Indici.

Nella finestra che si apre è possibile aggiungere, modificare o eliminare gli indici e le relative proprietà.

Nella colonna Nome Indice viene assegnato il nome all’indice, nella colonna Nome Campo viene inserito il nome del campo da indicizzare, infine, nella colonna Criterio Ordinamento viene stabilito il criterio di ordinamento se crescente o decrescente.

Come Capire la Causa dei Crash di Windows

Windows è un sistema operativo tra i maggiormente utilizzati, ma ha dei difetti anche lui, in quanto capita spesso di avere un blocco temporaneo (il termine tecnico è crash), soprattutto quando si hanno molti programmi aperti, oppure un software che occupa molta Ram e così via.

Quando questo accade, Windows fa apparire una sorta di immagine blu ed il sistema operativo va a raccogliere tutte le informazioni che sono presenti in memoria, così che un utente esperto possa andare a scoprire di cosa si tratta e cosa ha causato questo crash su Windows.

Se non fai parte di questa categoria di utenti, però, oggi ti propongo uno strumento che ti aiuterà a risolvere questo problema e scoprire il problema. Il programma si chiama WhoCrashed: esso riesce a leggere e ad analizzare le informazioni del crash cercando un software o un driver colpevole di aver causato tutto ciò.

Il suo funzionamento è decisamente semplice, quindi non preoccuparti di nulla. Se hai subito un improvviso crash basta avviare WhoCrashed ed esso recupererà in maniera automatica tutte le informazioni di cui ha bisogno per risalire alla causa.

Ovviamente, non offre una soluzione per il problema che trova, ma già sapere di quale programma o driver si tratta che ha causato il blocco, ti può essere decisamente utile per far sì che ciò non si ripeta mai più. Ti informo, però, che se il problema fosse all’hardware esso non trova proprio nulla.

Come Cercare Informazioni in un Database Access

In una database particolarmente ricco di record può sorgere la necessità di reperire informazioni specifiche, Access ci offre molti strumenti a tal proposito. Tra questi il comando Trova. Tale comando è presente sia nel foglio dati di una tabella che nella query e nella maschera ed è raggiungibile cliccando sul pulsante omonimo della scheda Home, gruppo Trova.

Una volta cliccato sul pulsante si apre la finestra Trova e sostituisci con il cursore che lampeggia nella casella Trova; in questa casella bisogna digitare la parola, il numero, la parte di testo che si intende trovare e far clic sul pulsante Trova successivo. E’ preferibile, prima di aprire tale finestra, cliccare nel campo all’interno del quale occorre ricercare.

La finestra di dialogo, comunque, presenta varie opzioni, oltre alla casella Trova vi sono le caselle:

– Cerca in dove è possibile specificare se la ricerca deve riguardare il campo dove lampeggia il cursore del mouse oppure l’intero documento, cioè l’intera tabella o maschera o query;

– Confronta, dove è possibile indicare se la ricerca deve avere per oggetto l’intero campo oppure una parte di esso oppure l’inizio del campo, ossia la lettera iniziale del campo;

– Cerca in, dove è possibile specificare la direzione nella quale svolgere la ricerca, Su, Giù, Tutto.

E’ possibile anche indicare se la ricerca deve concentrarsi sulle maiuscole o minuscole prendendo in considerazione la casella medesima posta in fondo alla finestra.

Se, invece, ad esempio, si vuole ricercare tutte le parole che terminano con la lettera e allora nella casella Trova bisogna digitare *e; se si desidera trovare le parole al cui interno vi è la lettera a, si deve digitare *a*. Lo stesso discorso vale per i numeri.

Mentre la finestra Trova e sostituisci è aperta si può fare clic all’interno di un campo.

Come Scoprire Password WiFi

La connessione WiFi sta diventando sempre più la principale per navigare su internet, in quanto sono sempre più in aumento i luoghi in cui essa ti viene messa a disposizione in maniera del tutto gratuita. Pensiamo ai market, ai negozi di elettronica o di computer, ai bar ed altri posti in cui non ti viene richiesta alcuna chiave per poter accedere alla linea.

Questo problema, però, lo possiamo trovare spesso, in quanto non sono in tanti a voler condividere la propria connessione con degli sconosciuti, come ad esempio in un condominio. Forse non lo sai, ma esiste un semplice programma chiamato WirelessKeyView che ti dà modo di scoprire le password WiFi in modo perfetto.

Il metodo in questione è il più utile e, probabilmente, anche il più efficace, visto che memorizza tutte le chiavi di accesso che un computer utilizza per potersi connettere ad internet, inserendole in una tabella dove tu le potrai facilmente incollare nel tuo Pc e salvare sul blocco note per connessioni future.

Per fare ciò, devi installare WirelessKeyView nel Pc della persona a cui vuoi rubare la password del WiFi, quindi recati a questa pagina e fai clic sulla voce con la lingua Italian, dato che ce ne sono disponibili davvero tantissime nella tabella.

Ora dovrai solamente installare il software in un altro computer e metterlo in funzione. Esso lavorerà senza che il proprietario si accorga proprio di nulla, quindi puoi star tranquillo di non essere beccato. E, a fine giornata, corri a scoprire la password WiFi che WirelessKeyView è riuscito ad ottenere per te.

Come Scrivere sulle Foto

Se hai scattato una foto memorabile, sicuramente vorrai anche condividerla sui social network mostrandola a tutti i tuoi amici. Ma, prima di fare questo ulteriore passo, probabilmente vorrai anche inserire un timbro indelebile in essa, per far sì di citare una frase, una data, un nome o qualcosa del genere.

Scrivere sulle foto, quindi, risulta essere uno dei procedimenti maggiormente diffusi quando si vuole inserire un’immagine su Facebook, Twitter e altro. Per questo motivo, un sito come Scrapee può esserti decisamente utile se vuoi realizzare tutto questo in maniera facile, veloce e senza scaricare programmi nel tuo computer.

Innanzitutto, collegati nella pagina di Scrapee.net e clicca sul pulsante verde con la voce Upload Photo, selezionando l’immagine in cui intendi applicare una nuova scritta. Fatto ciò, la vedrai apparire in anteprima al centro della finestra.

Adesso, fai clic su Add Text per far apparire un riquadro più piccolo in cui inserire qualche frase o una semplice scritta, come puoi vedere dallo screenshot disponibile ad inizio articolo. Potrai scegliere la grandezza del carattere, il colore, il font ed il posizionamento (sinistra, centro, destra).

A destra, poi, puoi notare una serie di glitter o di animazioni con cui abbellire la tua foto. Mentre, se vuoi aggiungere qualche immagine in particolare, fai clic sulla scheda Stickers in cui ci sono tantissime forme di cuori, di faccine, di icone divertenti e molto altro.

Quando hai finito di modificare la tua foto, clicca su Make it in basso e salvala nel tuo computer con le sue relative correzioni applicate su Scrapee. Ora puoi divertirti a scrivere sulle foto online.